Viaggio fotografico in Borneo


Kalimantan, il Borneo Indonesiano


La tribù Dayak, i fiumi del Borneo Indonesiano, le foreste tribali di Wehea e di Tana Olen

“FUORI ROTTA”
«Quando sono seduta con la schiena poggiata ad un umido tronco d’albero coperto di muschio, con le orecchie pronte a cogliere il rumore di un ramo lontano che tradisce un movimento di un orango sulle cime degli alberi, mi soffermo a pensare ad uno dei modi per cercare Dio. La foresta pluviale tropicale è l’esperienza più complessa che un essere umano possa sperimentare su questo pianeta. Una passeggiata nella foresta pluviale è una passeggiata nella mente di Dio».
Birutè Galdikas

Attraverso un percorso che sto costruendo, studiando le grandi primatologhe, vi farò amare le foreste tropicale e pluviali, i loro re: i grandi primati e i loro affascinanti abitanti. Viaggi fotografici che seguono le tracce di 3 grandi donne che hanno speso le loro vite in questi ecosistemi unici. Imparerete a gestire le vostre macchine in condizioni estreme.

MIN PARTECIPANTI: 7 - MAX PARTECIPANTI: 15

  • DAL 19 AGOSTO AL 03 SETTEMBRE 2017 (16 GIORNI)

Costo : € 2.870.00 iva compresa
Quota di partecipazione a persona in camera doppia

QUOTA GARANTITA AL 31/03/2017: ENTRO TALE DATA
IL VIAGGIO SARA’ GARANTITO COME DA TARIFFA ESPOSTA.
OLTRE DOVREMMO VERIFICARE IL COSTO DEI VOLI ED
EVENTUALMENTE QUOTARE NUOVAMENTE LA PROPOSTA.


Richiedi informazioni per il Viaggio fotografico in Borneo

PROGRAMMA:


Giorno 01: 19/08/2017
Italia Imbarco dall’Italia (aeroporto su richiesta).

Giorno 02: 20/08/2017
arrivo a Jakarta (volo domestico) per Balikpapan (Borneo Indonesiano) Arrivo a Jackarta. Riposo all’Airport Hotel (B&B) e coincidenza alle ore 5.00 del mattino per Balikpapan (3 ore circa di volo). Balikpapan è la capitale del Kalimantan Orientale. Incontro con la guida e trasferimento in minibus fino a Samarinda (120 km, 3 ore circa di strada), da dove partirà il nostro itinerario verso l’interno della regione. Cena libera in ristorante locale e pernottamento all’hotel Swiss-Bel Samarinda (B&B)

Giorno 03: 21/08/2017
via terra a Samarinda, Long Noran; via fiume sul Kedang Kepala fino a Long Segah Colazione in hotel. Trasferimento via terra attraverso piccoli villaggi e piantagioni (5 ore), fino al villaggio Dayak Kenyah di Long Noran. Visita della longhouse e primi contatti con l’etnia Dayak, dai corpi tatuati e i lobi auricolari allungati. Si prosegue il viaggio in canoa motorizzata lungo il fiume Kedang Kepala fino Long Segah (1 ora), un altro insediamento di Dayak Kayan, migrati dalle foreste. Qui si apprezza la vita in armonia del villaggio con la natura circostante in particolare il rapporto con la foresta che li ospita. Inoltre la coltivazione del riso a secco. Pranzo per strada, cena e pernottamento in una semplice Guesthouse. (FB)

Infrarosso

Giorno 04: 22/08/2017
via fiume fino a Muara Wahau; escursione alla foresta tribale di Wehea Colazione in guest house. Trasferimento in canoa fino al porticciolo di Muara Wahau e breve visita del villaggio. Inizia l’escursione di tre giorni nell’area forestale e tribale di Wehea. Un’area di 38.000 ettari di foresta pluviale vergine gestita e protetta dalle tribù Dayak di Wehea e Bahau. 60 specie di alberi presenti e più di 100 specie di animali selvatici, tra cui orangotango, cervi e numerosa avifauna. Pranzo durante il tragitto. Cena e pernottamento nel Jungle Lodge di proprietà del WWF. (FB)
Wehea è il nome di una tribù Dayak, la prima a popolare il Borneo circa 3000 anni fa. La sua foresta pluviale, che copre una superficie di 38.000 ettari, si trova nella parte orientale del distretto di Kutai, nella provincia del Kalimantan orientale. La foresta di Wehea è stata protetta dalla tribù Dayak Wehea sin dal 2000 per azione del leader tribale (Kepala Adat) Mr. Ledjie Taq. Dal 2004 Wehea è stata dichiarata “foresta protetta”, nel 2008 ha ricevuto il premio Schooner dal Canada e nel 2009 il premio Kalpataru in Indonesia per il loro impegno nella protezione della foresta pluviale. La Foresta di Wehea è una fitta giungla vergine circondata da una foresta primaria, con una altitudine che va dai 250 metri fino ai 1700 metri sul livello del mare, e ospita diversi tipi forestali quali la foresta pluviale di pianura, la foresta di ditterocarpi e la foresta montana, con più di 60 specie di alberi. La foresta ospita specie in pericolo d’estinzione come orangotango del Borneo (Pongo pygmaeus), il leopardo nebuloso (Neofelis diardi) , l’orso malese (Helarctos malayanus) e il presbite di Hose (Presbytis hosei), un raro primate. La Riserva di Wehea è il più giovane parco di East Kalimantan, tra Muara Wahau e Berau Tanjung Redep. Con l’aiuto del WWF, i Dayak hanno costruito un alloggio eco-turistico, il Jungle Lodge, e si ripromettono di far conoscere ai visitatori le ricchezze della propria cultura e dell’ambiente in cui vivono. Nei villaggi vicini di Nehas Liah Bing e Miau Baru si possono visitare le Longhouse Dayak, forme d’arte tribale e incontrare indigeni ancora vestiti con abiti tradizionali, con tatuaggi e lobi auricolari allungati.

Giorno 05: 23/08/2017
escursioni nella foresta di Wehea Giornata dedicata all’esplorazione di questa magnifica foresta. Incontreremo i Dayak ed avremo testimonianza del loro rapporto tradizionale con la giungla. Possibilità di escursione notturna. Pranzo al sacco. Cena e pernottamento nel Jungle Lodge del WWF. (FB)
Giorno 06: 24/08/2017
via terra da Wehea a Miau Baru e poi Berau Partenza di primo mattino per il lungo trasferimento (7 ore) via terra fino a Berau, lungo una pista accidentata che attraversa una regione di grande bellezza. Pranzo durante lo spostamento. Cena in un ristorantino locale. Pernottamento in hotel. (B&B)
Giorno 7-8: 25-26/08/2017
Berau – Derawan Al mattino transfer sull’isola di Derawan per un paio di giorni di relax sulle splendide spiagge dell’arcipelago. Pernottamento al Derawan Resort www.divederawan.com. (B&B)
Giorno 09: 27/08/2017
volo domestico Berau-Tarakan; via barca veloce fino a Malinau e poi in canoa fino a Setulang Dopo colazione trasferimento all’aeroporto di Berau per il breve volo interno fino a Tarakan, capitale della provincia del Kalimantan Settentrionale. All’arrivo, con dei taxi raggiungeremo il porto dove saliremo a bordo della barca veloce che conduce a Malinau (3 ore), per un viaggio scenografico sul fiume Sesayap. Il delta del fiume Sesayap è habitat naturale del delfino d’acqua dolce o orcella asiatica (Orcaella brevirostris) e delle scimmie nasica (Nasalis larvatus). Arrivati a Malinau, se il livello del fiume lo consente, proseguiremo a monte del fiume su di una canoa motorizzata ed arriveremo al villaggio di Setulang (in caso contrario tragitto via terra). Breve visita del villaggio. Pranzo durante il tragitto. Cena in un ristorantino locale. Pernottamento in homestay o Eco Jungle Camp. (FB)

Infrarosso

Giorno 10-11: 28-29/08/2017
escursioni nella foresta di Tana Olen La tribù Dayak Kenyah “Omak Lung” ci ospiterà per vivere ed osservare le loro attività tradizionali e ci accompagnerà nel folto della foresta tribale di Tana Olen (“il luogo proibito”). Scimmie, buceri, e martin pescatori sono tra gli abitanti selvatici di questa splendida enclave di foresta pluviale. Dalla cima della collina di Mangkok si gode una vista incomparabile sull’oceano di piante. Pranzo al sacco. Cena e pernottamento nel Eco Jungle Camp. (FB) La foresta vergine pluviale di Tana Olen si estende su un’area di oltre 5000 ettari, e ha un’età stimata in circa 150 milioni di anni. Fa parte del più vasto Parco Nazionale Kayan Mentarang e contiene specie vegetali uniche tanto che molti botanici che hanno visitato quest’area di Kalimantan sono convinti che ci siano ancora moltissime specie di erbe e piante di grande interesse per la salute che devono ancora essere identificate e scoperte. Una delle sotto-tribù dei Dayak Kenyah, gli Omak Lung vivono per lo più a Setulang, con alcuni piccoli gruppi sparsi in tutta la foresta, lungo i fiumi Kayan e Bahau. Spinta da un antico codice di usanze che regola l’accesso alla foresta e alle sue risorse, la tribù Omak Lung utilizza le conoscenze indigene secolari per gestire il proprio habitat in modo sostenibile. Gli Omak Lung possono così contare su un reddito agricolo, sulla coltivazione di riso biologico e su prodotti della foresta come cacciagione, fibre e legno. Per il benessere delle generazioni future, la gente Dayak ha tanto da insegnarci: l’amore, il rispetto, l’equilibrio e come vivere in armonia con la natura. Essi possiedono una purezza di spirito e sono infatti i veri custodi della foresta

Giorno 12: 30/08/2017
rientro via fiume a Tarakan via Malinau Scenderemo a valle lungo il fiume su canoe a motore, fino a Malinau. Saliremo su una barca veloce che ci riporterà a Tarakan. Pranzo durante il tragitto. Cena in un ristorantino locale. Pernottamento in hotel. (B&B)
Giorno 13: 31/08/2017
volo domestico Tarakan – Pangkalan Bun, crociera a Tanjung Puting Trasferimento in aeroporto per il volo interno fino a Pangkalan Bun. All’arrivo transfer al porto di Kedai, dove ci si imbarca sulla Klotok, una specie di House boat locale, usata per la crociera lungo i fiumi alla ricerca della fauna silvestre, e soprattutto per visitare i campi di rieducazione degli oranghi. Durante la navigazione verrà servito il pranzo. Arrivati al campo, dopo una breve visita alla struttura, verrete accompagnati al centro di alimentazione degli oranghi, qui avrete un contatto ravvicinato con i primati, che a volte prendono per mano anche i visitatori. Esperienza unica da godere attraverso splendidi paesaggi, avvistando se possibile, le scimmie dalla proboscide. Cena e pernottamento in barca. (FB)
Giorno 14: 01/09/2017
Tanguy – Harapan, cena tra le lucciole Dopo colazione si risaliremo il fiume per circa un’ora, per raggiungere il centro di riabilitazione di Tanguy. Durante il cammino dovremmo fare attenzione e scorgere gli scoiattoli giganti, i cinghiali e le numerose farfalle. Alle ore 09:00 ogni giorno vengono sfamati gli oranghi del centro. Si rientra in barca per il pranzo. Nel pomeriggio visita del villaggio di Harapan, dove si trova il terzo centro di riabilitazione degli oranghi, che vengono sfamati alle 15:00. In seguito visita del villaggio, sulla sponda opposta del fiume. Rientro al lodge ed in serata cena in barca presso la zona di Nipah Palm, dove la notte sarà illuminata da migliaia di lucciole, una esperienza magica da vivere. (FB)

Infrarosso

Giorno 15: 02/09/2017
Harapan / aeroporto volo domestico – Jakarta – Volo internazionale Mattinata libera. Transfer all’aeroporto per il volo domestico diretto a Jakarta. In coincidenza volo internazionale per l’Italia. Pernottamento a bordo.
Giorno 16: 03/09/2017
Arrivo nei principali aeroporti italiani.

Fine del viaggio e dei servizi
KALIMANTAN IL BORNEO INDONESIANO
B&B = pernottamento e prima colazione
FB = pernottamento prima colazione, pranzo e cena

Nota: Il viaggio richiede grande spirito di adattamento.
SU RICHIESTA 2 GIORNI EXTRA DI MARE PER RELAX