Mostra fotografica di Davide Cerati


NITIDO. Completely out of focus


Robert Capa, nel 1947, pubblicò "Slightly out of focus", "Leggermente fuori fuoco", il diario in immagini e parole della sua esperienza sul campo nella seconda guerra mondiale. Qui racconta, tra l'altro, della sua sequenza di undici immagini scattate durante lo sbarco americano in Normandia, le uniche salvate e pubblicate; foto leggermente mosse, sfocate, ma evocative e narrativamente forti.

Involontariamente più efficaci, dal punto di vista narrativo, di eventuali corrispondenti immagini perfettamente nitide e dettagliate. Non so cosa volesse effettivamente dire Robert Capa riguardo a questo discorso del fuori fuoco, tanto da farci il titolo del suo libro.

Forse solo il pretesto per giustificare una carenza tecnica che non gli andava giù. Io però ci leggo anche l'idea di essere (il fotografo) appena poco più in là (o più in qua) del punto dove colpisce il fuoco della battaglia; accanto, a fianco dell’azione; "quasi" nel centro dell’evento.

Appena un po' fuori da dove il fuoco colpisce. E anche l'idea che quella "sporcizia" tecnica e quella scarsa nitidezza racconti e porti lo spettatore dentro l'azione meglio di un'immagine tecnicamente corretta.

Ho pensato di intitolare la mostra:

NITIDO
Completely out of focus

In primis in omaggio a Robert Capa con la citazione distorta della sua opera. Con un filo di ironia, dati i miei soggetti molto più leggeri, e con quella premessa ("NITIDO") perché le mie sfocature e i mossi sono in realtà funzionali alla "messa a fuoco" del movimento, dell'azione, della forma, dell'atteggiamento corporeo invece che del suo dettaglio superficiale.

Perseguire la nitidezza di un piano differente da quello primario fisico e materico; mettere a fuoco invece l'azione, il passaggio, la sequenza, il movimento. Questo modo, nella fotografia, di andare oltre lo spazio bidimensionale e statico, simulando un ritmo temporale e il movimento che le manca, mi è stato da sempre chiaro e mi ha subito affascinato guardando già da ragazzino le immagini di Capa, prima ancora di leggere, in tempi più recenti, le sue parole.

E così anche lo stratagemma di fermare nello scatto l'immediatamente prima, per evocare un seguito, una sequenza, il dopo che sta fuori dal fotogramma, in una sorta di swing visivo fatto di continui anticipi, battute in levare, contrazioni.

Siccome io sono, dentro, un uomo di cinema frustrato, questo surrogato fotografico del movimento è per me una medicina.

Davide Cerati

Davide Cerati

MOSTRA FOTOGRAFICA


  • Da Sabato 18 Novembre a Domenica 17 Dicembre 2017
    dalle 10:00 alle 13:00
    dalle 15.30 alle 19.30

    Inaugurazione e incontro con l'autore
    Sabato 18 dalle ore 18:00

Entrata Libera
Galleria Cavour 3/C - 40124 - Bologna - guarda la mappa


Richiedi informazioni

Davide Cerati

L'AUTORE :


DAVIDE CERATI Nato nel marzo del 1961 a Mariano Comense, a due passi da Milano, si è diplomato all’inizio degli anni ’80 in Comunicazione Visiva. Lavora per qualche anno in televisione e nel cinema ( come operatore alla macchina e assistente direttore della fotografia ) e nel 1985 inizia la carriera fotografica, prima su set di arredamento e design, poi aprendosi a una più ampia varietà di generi. Davide matura in quegli anni la necessità di esprimersi in settori differenti, rifiutando l’eccessiva specializzazione. Da allora fotografa per la pubblicità, l’arredamento, la moda, il food, con una forte propensione per il ritratto. Nato e cresciuto con la pellicola e dentro la camera oscura, fin dall’inizio del suo apparire ha affrontato il digitale con la consapevolezza che le trasformazioni e l’evoluzione tecnica nulla cambiano riguardo al ruolo fondamentale del fotografo: creare una Comunicazione efficace e pertinente del soggetto.

Nel suo studio sono passate grandi aziende e importanti agenzie, ma anche piccole realtà attente alla qualità e all'efficacia della propria Comunicazione; davanti al suo obiettivo, modelle, imprenditori, managers, personaggi famosi della televisione e del cinema, ma anche tanta "gente comune" che ha riscoperto il piacere e il valore di un ritratto di alta qualità. La ricerca continua è una linfa vitale alla quale Davide non ha mai rinunciato. Parallelamente all’attività commerciale, Davide opera da anni in campo artistico e ha al suo attivo pubblicazioni, mostre e premi internazionali in Italia, Francia, Stati Uniti. Da anni tiene incontri, workshop e seminari per fotografi professionisti e fotoamatori, in Italia e in Europa.

La sua mostra “Angels”, poetica e spettacolare, è stata esposta in Francia per tutta l’estate del 2014, in Bourgogne. Nel febbraio 2016 ha esposto la mostra “Faces E-Motion” in India, a New Delhi, presso l’India International Centre. Nel 2017 ha esposto, a Milano e al Pontremoli Foto Festival, la sua nuova mostra “NITIDO. COMPLETELY OUT OF FOCUS” Hanno scritto di lui, tra gli altri: Photo Professional Progresso Fotografico Image Mag FotoCult FotoGraphia Reflex Nital Sguardi Kamera Finland Digital Photo Russian Global Fashion Street India www.cerati.it www.facebook.com/ceratidavide

Gallery