Masterclass di Fotografia di Paolo Marchetti


Il Reportage e i suoi linguaggi


Masterclass di fotografia per chi vuole acquisire la consapevolezza dei propri mezzi espressivi nell’ambito della narrazione fotografica ed elevare il livello del proprio linguaggio, dalla Street Photography al reportage, dal fotogiornalismo di inchiesta al ritratto fino ai linguaggi più concettuali. Questo laboratorio emerge dagli studi di Paolo Marchetti, mediante i quali nasce un programma didattico composto da approfondimenti teorici e soprattutto pratici, con l’intento di fare chiarezza nella relazione che c’è tra i generi fotografici e permettere così ai fotografi di orientarsi al meglio ed individuare la propria voce fotografica.

I requisiti necessari per partecipare alla masterclass sono una buona conoscenza della tecnica di base, e una propensione verso la fotografia documentaria, dal reportage, al fotogiornalismo di inchiesta, fino ai linguaggi più concettuali ma sempre nell'ambito dello storytelling fondato sul reale.

La Masterclass di Paolo Marchetti si svolgerà in 72 ore totali, suddivise 4 weekend da 18 ore

MIN PARTECIPANTI: 8 - MAX PARTECIPANTI: 18

  • Sabato 28 - Domenica 29 Ottobre 2017 - dalle 10:00 alle 19:00
  • Sabato 25 - Domenica 26 Novembre 2017 - dalle 10:00 alle 19:00
  • Sabato 27 - Domenica 28 Gennaio 2018 - dalle 10:00 alle 19:00
  • Sabato 10 - Domenica 11 Febbraio 2018 - dalle 10:00 alle 19:00

Per le iscrizioni al corso:
Costo : € 1220.00 iva compresa

l'importo può essere finanziato a tasso zero (salvo approvazione di Agos Ducato)

Condizioni di vendita

Iscrizioni chiuse

Intervista a Paolo Marchetti al TG3

PROGRAMMA E OBIETTIVI :


A partire dalla prima lezione, il docente affronterà in maniera semplice la complessità della narrazione per immagini, e della comunicazione visiva, con approfondimenti riferiti all’arte pittorica e cinematografica, campo in cui egli stesso vanta una carriera di 13 anni nel reparto degli Operatori e della illuminazione scenica al più alto livello in termini internazionali. Veicolando ogni sua conoscenza nel programma, Marchetti costruirà un percorso personalizzato per ciascun partecipante, assegnando loro dei compiti da svolgere durante l’arco della Masterclass stessa.

Il cuore di questo corso è rappresentato soprattutto dalla assegnazione di un progetto fotografico, che verrà realizzato dai partecipanti ma sarà concepito, impostato ed editato insieme a Marchetti. I quattro mesi della Masterclass saranno caratterizzati dalla costante presenza del docente, che tra una lezione e l’altra, continuerà a comunicare con gli studenti al fine di affrontare le difficoltà, i dubbi e ogni altra problematica legata allo svolgimento del progetto. Allo scadere del quarto mese Marchetti visionerà i lavori per condividere con gli autori le proprie impressioni e con lo scopo di consigliarli sul proseguimento dei progetti stessi. A questo punto i fotografi continueranno la propria strada in solitaria, continuando a confrontarsi a distanza con il docente per iscritto o verbalmente (email o Skype), e soltanto a giugno presenteranno il proprio lavoro in una serata (aperta al pubblico) dedicata alla proiezione dei progetti realizzati. Prima che la serata di presentazione abbia luogo, sarà Marchetti stesso a provvedere al confezionamento dei lavori, procedendo personalmente a realizzare per ciascun partecipante un editing dedicato al fine di mostrare agli autori come una visione esterna possa anche rivoluzionare il risultato finale senza tradire il concept dei progetti stessi ma elevandone la voce narrativa.

The price of vanity

FEVER - Rome, january 2010 The scream of a member of the far right during a demonstration against the Berlusconi government organized by the party of "Forza Nuova”.

The price of vanity

THE PRICE OF VANITY - Poland, 07/10/2012. Here inside one of the most important intensive breeding of minks in all Poland.



The price of vanity

DOCENTE :


Paolo Marchetti è un fotogiornalista rappresentato dall’agenzia Getty Images e Verbatim, ha lavorato per circa tredici anni nel campo cinematografico, ricoprendo ogni ruolo del reparto “Operatori” al fianco di alcuni tra i più autorevoli direttori della fotografia italiani e stranieri e inizia in contemporanea i suoi studi fotogiornalistici prestando particolare attenzione alle tematiche politiche ed antropologiche.

Marchetti pubblica i suoi lavori nei magazine internazionali più importanti del mondo tra cui Time Magazine, Newsweek, New York Times, Vanity Fair, 6MOIS, Sunday Times, Days Japan, L’Espresso, Guardian, Geo, De-Spiegel, National Geographic USA, e molti altri.

Negli ultimi anni Marchetti ha ricevuto numerosi Grant e riconoscimenti internazionali tra cui: 7 POYi, 7 PDN, 9 NPPA Best of Photojournalism, il Sony Awards, il Leica Photographer Awards, 3 volte il Lens Culture, 4 volte il MIFA – Moscow Award, il Getty Images for Editorial Photography, l’Alexia Foundation Grant, il Days Japan Award, l’SDN, il Days Japan e il World Press Photo e nel 2016 viene nominato dal POY come “Photographer of the Year” e molti molti altri.

Il suo progetto principale lo ha realizzato in Europa, lavorando per 5 anni in 5 differenti paesi europei, affrontando un’analisi politico-antropologica sul sentimento della rabbia e sul risveglio del fascismo chiamato “FEVER”.

Questo progetto è stato pubblicato per 28 volte in tutto il mondo e ha ricevuto più di 20 Awards.

Il valore aggiunto della Masterclass “Reportage e Street Photography” sarà proprio rappresentato da una costante comunicazione tra il docente e i partecipanti, che potranno confrontarsi anche lontano dalle singole lezioni con Marchetti, al fine di non trovarsi soli di fronte alle problematiche teoriche o pratiche durante lo svolgimento dei propri progetti.
Paolo Marchetti



TESTIMONIANZE:


“…la prima cosa che mi ha colpito di lui è l'abilità a comunicare la società, i suoi cambiamenti e sentimenti con la fotografia e la fotografia con una attenta e consapevole proprietà lessicale. La seconda cosa che mi ha colpito è che non lascia niente al caso. Ogni progetto è pensato e studiato nei minimi dettagli, a prescindere dal tempo a disposizione per realizzarlo. Questi due giorni mi hanno lasciato in compagnia di pensieri, riflessioni e tanta voglia di fotografare. La scelta dell'insegnante, la location, la gestione e la cordialità dell'organizzatrice hanno reso questo workshop un evento molto interessante e stimolante.Non mi resta che aspettare più informazioni sul prossimo.”
Laura Bessega


“Il corso mi è piaciuto moltissimo, soprattutto per la disponibilità di Paolo Marchetti nel rispondere a tutte le domande che gli allievi hanno potuto fare. La sua competenza e la sua esperienza sono state una grande fonte di ispirazione…le due giornate sono state fluide, complete, scorrevoli e piacevoli pur affrontando tematiche complesse e controverse. Sono convinta di aver imparato moltissimo durante il workshop e spero tanto di poter prendere parte ad un'altra iniziativa…Ineccepibile anche Laura Frasca, sempre a disposizione con sollecitudine ed il suo immancabile entusiasmo. Il suo sorriso è sempre un valore aggiunto ad ogni attività organizzata dalla scuola.”
Emanuela Corazzi

“Paolo ci ha dato la possibilità di imparare direttamente attraverso i suoi Reportage grazie alla generosità nel condividere la sua preziosa conoscenza della fotografia. Un corso molto proficuo, di taglio pratico, ricco di spunti per affrontare l'editing di un lavoro fotografico. Anche la lettura portfolio è stata estremamente attenta e scrupolosa: un grande arricchimento. Paolo è un grande professionista. Sono stata assolutamente soddisfatta e in futuro seguirò ancora i suoi corsi.”
Isabella Franceschini


“Un percorso obbligatorio per chi si vuole avvicinare al fotoreportage, imparando una progettualità narrativa della fotografia dall’inizio alla fine del racconto. Soddisfatta del percorso fatto insieme a Paolo Marchetti.”
Stella Franceschini


“Il workshop con Paolo è stato intenso e proficuo. Le attrezzature si comprano, le tecniche si apprendono, la post-produzione si impara: qualche bello scatto riesce a tutti. Ma capire che fotografi si è, alzare l’asticella, raccontare storie, è ben altra sfida. Il workshop di Paolo aiuta ad incamminarsi in quella direzione. Getta luce su un approccio, su un percorso, che sta poi al fotografo saper intraprendere. Come è stato detto, il workshop in un certo senso inizia quando finisce.”
Agostino Maiello